Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, escavatore incendiato sulla Ss 106
SIBARITIDE

Corigliano Rossano, escavatore incendiato sulla Ss 106

di
Sulla matrice dolosa non v’è alcun dubbio: i clan fanno la voce grossa e mettono sotto pressione le imprese. Il mezzo meccanico è di proprietà della ditta che sta realizzando la rotatoria di Insiti

Nuovo inquietante episodio incendiario nella sibaritide. All’alba di ieri è andato distrutto dalle fiamme un escavatore di una ditta di Longobucco impegnata nel cantiere che da tempo insiste sulla statale 106 per i lavori di realizzazione della rotatoria lungo in contrada Insiti, punto baricentrico delle due aree urbane di Corigliano Rossano. La rotatoria con annessi svincoli e adeguamenti del tracciato viario in via di realizzazione è una infrastruttura a servizio del costruendo nuovo ospedale della sibaritide. L’incendio, sulla cui natura dolosa, si nutrono ben pochi dubbi, è avvenuto attorno alle 4 del mattino. Il mezzo era all’interno di un’area rurale, posteggiato a bordo strada. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Rossano che hanno provveduto a spegnere le fiamme e i carabinieri della compagnia di Corigliano diretta dal capitano Cesare Calascibetta. I militari hanno avviato e attività di indagine sull’accaduto ascoltando non solo il titolare della ditta, ma anche i proprietari dei terreni limitrofi al cantiere. Anche perché oltre ad essere andato a fuoco il mezzo cingolato, da un capanno presente nel terreno in cu era parcheggiato il mezzo are soano stati rubati anche delle attrezzature.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook