Mercoledì, 29 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca “Patentopoli” nel Cosentino, chiesto il processo per nove persone
L'INCHIESTA

“Patentopoli” nel Cosentino, chiesto il processo per nove persone

di
Due anni fa era stata sgominata una presunta organizzazione specializzata nel fornire patenti facili agli stranieri in cambio di 2 mila euro

La Procura di Roma ha chiesto il processo anche per nove cosentini nell’ambito dell’operazione che due anni fa portò a sgominare una presunta organizzazione specializzata nel fornire patenti facili agli stranieri in cambio di 2 mila euro. Le patenti sarebbero state conseguite attraverso un kit hi-tech. Le indagini fecero emergere anche il coinvolgimento di auto scuole dell’Alto Tirreno cosentino. Per i pm, i promotori della presunta associazione avrebbero esteso i propri interessi sia a Roma che a Cosenza, luoghi nei quali si avvalevano della stretta collaborazione di altri, tra i quali un 64enne della provincia di Cosenza, di M. G., titolare di autoscuole a Praia a Mare e anche in altri comuni della provincia, che ricoprivano il ruolo sia di gestire le sedute d’esame nelle locali Motorizzazioni sia di procacciare, con l’aiuto di altre persone, candidati che intendevano superare illecitamente prove d’esame senza aver acquisito le conoscenze necessarie. Tutto ciò - secondo l’accusa - attraverso il pagamento di cospicue somme di denaro e l’uso di sistema che utilizzava strumenti elettronici, molti dei quali sequestrati durante le perquisizioni effettuate nel corso delle indagini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook