Domenica, 20 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scalea, Russo rinviato a giudizio e Amoroso assolta dal Gup
“RE NUDO”

Scalea, Russo rinviato a giudizio e Amoroso assolta dal Gup

di
Accuse ridotte per l’ex sindaco: 34 a processo. E tanti prosciolti. Soddisfatti i legali dell’assessore

Il Gup del Tribunale di Paola ha assolto Francesca Amoroso, assessore del Comune di Diamante, e coinvolta nell’inchiesta “Re Nudo” in qualità, all’epoca dei fatti contestati, di medico alla Commissione invalidità di Diamante dell’Asp.
Ieri il Giudice Maria Grazia Elia ha emesso il dispositivo anche per tutti quelli che hanno optato per l’ordinario: 34 rinviati a giudizio (tra cui l’ex sindaco di Scalea Mario Russo) e oltre 30 i proscioglimenti. Ma sono caduti tantissimi capi di imputazione (inizialmente erano 295 e sono stati ridotti a quasi la metà). Procediamo con ordine. Il rito abbreviato si è, appunto, concluso con l’assoluzione dell’assessore Amoroso. Soddisfatti i suoi difensori (gli avvocati Nicola Carratelli e Natalia Branda) soprattutto perché il Giudice ha riconosciuto la correttezza dell’operato della dottoressa Amoroso. Nei suoi confronti la Procura aveva, invece, chiesto la condanna a 2 anni e 4 mesi. Soddisfazione generale delle difese sia per chi ha ottenuto il proscioglimento e sia per quelli che, invece, si sono visti «ridurre drasticamente l’ipotesi accusatoria».

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook