Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Femminicidio in provincia di Cosenza, uccide la moglie a coltellate
A FAGNANO

Femminicidio in provincia di Cosenza, uccide la moglie a coltellate

di

Una coltellata dietro l'altra: Giuseppe Servidio, 52 anni, ha infierito contro la moglie, Sonia Lattari, 43 anni, dopo l'ennesimo litigio.  Entrambi vivevano in un appartamento di via Alcide De Gasperi, nel centro cittadino di Fagnano, piccolo paese del Cosentino. I rapporti tra i due pare fossero tesi da tempo ma nel primo pomeriggio, il risentimento di Servidio nei confronti della consorte è sfociato nella violenza belluina.

Il corpo di Sonia Lattari è stato trovato dalla figlia, Teresa, 20 anni, appena rientrata a casa dopo il pranzo nell'abitazione del fidanzato.

L'uomo ha più volte inveito contro la Lattari cominciando poi a colpirla ripetutamente. La coppia ha due figli e da qualche anno, dopo aver trascorso un periodo in Corsica per ragioni di lavoro, era rientrata nel paese di origine. Le urla disperate, l'allarme lanciato dai figli hanno determinato l'immediato intervento dei carabinieri e pure dei soccorritori. Sul posto è stato inviato anche l'elisoccorso ma inutilmente perché all'arrivo dell'elicottero il cuore di Sonia Lattari aveva già cessato di battere. Le indagini sull'accaduto vengono coordinate dalla procura di Cosenza, diretta da Mario Spagnuolo.

Il procuratore della Repubblica di Cosenza, commentando l'uccisione di Sonia Lattari, ha detto alla Gazzetta: "C'era già stato un episodio di maltrattamenti nei mesi precedenti e le forze dell'ordine erano prontamente intervenute. La vittima, tuttavia, non aveva inteso denunciare il marito. Questa tragica storia c'insegna quanto sia importante denunciare i partner violenti. Quando vengono poste in essere certe condotte", ha aggiunto il magistrato, "occorre subito denunciare l'accaduto che può spesso significare salvarsi la vita".

Servidio, preso in consegna dai carabinieri del colonnello Saverio Spoto, è stato trasferito nella caserma dell'Arma di San Marco Argentano per essere interrogato dagli investigatori e dai pubblici ministeri giunti dal capoluogo bruzio. Domani il cadavere della vittima verrà sottoposto ad esame autoptico, mentre tutta l'abitazione teatro del delitto è stata esaminata dagli specialisti del Reparto scientifico.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook