Sabato, 04 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid Cosenza, ora il vaccino fa meno paura
SANITÀ

Covid Cosenza, ora il vaccino fa meno paura

di
Contagi stabili in provincia. Nelle ultime 24 ore si sono registrati trentaquattro nuovi casi e nessun decesso. Sposato (Opi) scende in campo per difendere i diritti di infermieri e operatori.

La guerra dei numeri. È difficile prevedere l’andamento del Covid dal bollettino giornaliero. A metà settimana la situazione in provincia di Cosenza appare più o meno sotto controllo se ci si ferma ad analizzare i nuovi contagi. Infatti, nelle ultime 24 ore si sono registrati 34 nuovi casi (due in più rispetto a martedì) e non si registrano, per fortuna, nuove vittime. Sembra calare pure la pressione sugli ospedali, ma l’andamento del virus può cambiare da un momento all’altro come ha dimostrato in due anni di pandemia.

Professori stanchi dei tamponi

La scuola è iniziata da dieci giorni e le classi in quarantena continuano ad aumentare. L’Asp sta monitorando la situazione del liceo “Metastasio” di Scalea dove due classi sono state messe in quarantena per la positività di due studenti. In attesa che venga modificata l’attuale normativa, le scuole cosentine stanno infatti mettendo in quarantena tutta la classe laddove si sono riscontrate alcune positività. Già, nei giorni scorsi, erano state messe in isolamento altre classi a Castrovillari, Montalto Uffugo, Rende. La situazione è sotto controllo, ma i prof che non sono vaccinati e devono fare i tamponi ogni 48 ore cominciano a essere stanchi di una «procedura» che non condividono. È proprio l’obbligatorietà del Green pass che sta contribuendo a far aumentare il numero dei vaccinati. Le percentuali sono aumentate anche in provincia di Cosenza.

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook