Domenica, 22 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus a Cosenza, le altre patologie tornano in coda
SOFFERENZA

Coronavirus a Cosenza, le altre patologie tornano in coda

di
Complessivamente all’Annunziata sono stati riconvertiti 7 posti di terapia intensiva ma in 48 ore ne sono stati occupati già 4

Il Covid continua a cannibalizzare l’assistenza specialistica spingendo le malattie ordinarie in fondo alla coda. La sanità calabrese con i fianchi asciugati dalla fame di quasi undici anni di inutile (e dispendioso) commissariamento mostra i segni della sofferenza nei bollettini delle ultime 24 ore con i reparti di Rianimazione che continuano a ricevere pazienti. All’“Annunziata”, dopo i tre ingressi di giovedì, ieri è toccato ad una 56enne di Cosenza. Il totale dei malati gravi costretti a cure intensive sale così a quota dieci (e altri due cosentini sono da giorni nell’area critica del “Mater Domini” di Catanzaro). Delle sette nuove postazioni, che nell’ospedale civile sono state sottratte alle altre patologie, in soli due giorni ne sono state occupate già quattro. Sono tutte persone con gravi complicazioni polmonari. Ma continua a dilatarsi anche il dato dell’occupazione dei reparti ordinari. Complessivamente, nelle aree mediche cosentine sono ricoverati 78 pazienti con sintomi gravi (35 all’Annunziata, 35 al polo covid di Rossano e 8 ad Acri).

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook