Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, emergenza rifiuti: scioperano i lavoratori della Ekrò
IL CASO

Corigliano Rossano, emergenza rifiuti: scioperano i lavoratori della Ekrò

di
L’azienda che gestisce il selettore di Bucita è costretta a ricorrere alla casa integrazione a rotazione. Per strada incominciano ad alzarsi cumuli di spazzatura

Si complica e diventa ancora più grave l’emergenza rifiuti non solo nella cittadina ausonico-bizantina ma anche nel territorio della Sibaritide.
Lunedì i lavoratori dell’impianto consortile di selezione di Bucita, rompendo ogni indugio, hanno deciso di incrociare le braccia. Si ritroveranno tutti davanti alla struttura regionale per manifestare il loro disagio e la loro contrarietà di essere stati ancora una volta collocati in Cassa integrazione a rotazione.
Un dispositivo questo che obbliga un numero ridotto di lavoratori a mandare avanti l’impianto ed il settore della frazione organica in un periodo di grande caldo dove la nube delle esalazioni dei rifiuti invade la struttura rendendo difficoltosa l’attività dei pochi dipendenti, mentre la città ed i comuni dell’Aro sono invasi di spazzatura. Già ieri, hanno comunicato l’indizione della manifestazione agli organi di polizia. Hanno atteso l’eventuale esito della lettera del sindaco Flavio Stasi, nella qualità di coordinatore dell’Aro, inoltrata all’Ato, al Commissario regionale ed al Prefetto, denunciando la carenza nel conferimento dei rifiuti e la situazione di disagio che regna tra i lavoratori per la loro collocazione in cassa integrazione.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook