Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, una “tre giorni” dedicata alla Festa del Cinema dei diritti Umani targata Stella Cometa
L'EVENTO

Cosenza, una “tre giorni” dedicata alla Festa del Cinema dei diritti Umani targata Stella Cometa

Cosenza, Cronaca
Chiostro San Domenico

Dal domani 15 a sabato 17 settembre avrà luogo nel Chiostro di S. Domenico a Cosenza la Festa del Cinema dei Diritti Umani. L’evento è stato ideato e fortemente voluto da Stella Cometa OdV di Cosenza, Silvia Superbi, consulente per lo sviluppo degli Enti del Terzo Settore, ed il regista Alessandro Negrini in collaborazione con il Festival Del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.

L’evento, ha ottenuto il patrocinio del Comune di Cosenza e della Regione Calabria.

Tre ricche giornate dove ad essere protagonisti saranno i diritti umani, con proiezioni di film, musica dal vivo, incontri con i registi e dibattiti. Una festa che celebrerà a Cosenza l’imprescindibilità dei diritti umani e della tutela della dignità della persona.

Non è casuale la scelta della parola “Festa”, come spiega il regista Alessandro Negrini, Direttore Artistico dell’evento: ”i diritti umani dovrebbero essere inalienabili e il ricordarcelo deve essere, oltre che una commemorazione, una celebrazione. Un luogo dove portare sotto i riflettori il tema dei diritti umani è festa, luogo dove tutti siamo attori coinvolti: non ignorare i diritti violati degli “invisibili” ha a che fare con tutti noi, con il nostro volto, la nostra società, e la nostra Costituzione.”

L’ingresso a tutti gli eventi per le tre serate è gratuito, è una occasione importante per l’Associazione Stella Cometa per dare voce alle tematiche di cui si fa portatrice, occupandosi quotidianamente della tutela degli ultimi, di coloro che non hanno aiuti o che si trovano in condizioni di grande fragilità nella città di Cosenza, come immigrati, senza fissa dimora, persone indigenti.

“L’evento è stato ideato per sensibilizzare la cittadinanza, con la convivialità e l’attenzione all’umano che ci appartiene, sulla tematica dei diritti umani ancora violati” racconta il Presidente di Stella Cometa Marco Soliberto “molti dei nostri assistiti si trovano in condizioni di estrema fragilità e noi cerchiamo di fare il possibile con i nostri volontari e le risorse a disposizione. Abbiamo bisogno di sostegno e di partnership sul territorio perché le difficoltà degli ultimi sono in continuo aumento”

Un evento con un fil rouge dal titolo “Derive e approdi dei diritti umani”: come un viaggio, l’evento percorrerà di giorno in giorno le storie dei diritti violati nei luoghi di origine, nei viaggi, e nei luoghi di arrivo. Ma anche storie di speranza, dove l’accoglienza e la solidarietà fanno riapprodare nell’umano le vite delle persone.

Questa celebrazione dei diritti umani varrà della presenza di autorevoli ospiti, da Raffaele Crocco, ideatore e fondatore dell’Atlante delle guerre dei conflitti, lo scrittore Emanuele Giordana, fondatore insieme a Gino Strada di “Peace Reporter e vincitore del “Premio per la Pace Tiziano Terzani”; Don Battista Cimino, missionario sopravvissuto ad un agguato in Burundi durante il periodo di guerra e fondatore di Stella Cometa Odv e Domenico (Mimmo) Lucano ex sindaco di Riace.

Ma non solo dibattiti: il cinema e la musica saranno protagonisti: il regista Andrea Segre presenterà il suo film “L’ordine delle cose, Premio Speciale per i Diritti Umani, Menzione Speciale alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Sarà con noi Kumut Imesh, regista e migrante insieme costretto a fuggire dalla guerra civile in Costa d’avorio nel 2004, che ha filmato, ripercorrendole, le tappe del suo viaggio alla ricerca della speranza. Speranza che viene anche raccontata nel film “Il cielo sopra Riace, del regista argentino di origini calabresi Damián Olivito.

Parleremo anche di caporalato, in un connubio tra musica e immagini, con la presentazione del videoclip “La manna dal cielo” diretto da Alessandro Negrini, sulla canzone dallo stesso titolo del cantautore Lucio Matricardi

Ma un ruolo importante nella Festa del Cinema dei Diritti Umani lo avrà la convivialità, con la musica del cantautore Lucio Matricardi, insieme al violinista Fulvio Renzi, e musica dal vivo.

Infine, nel porticato del Chiostro saranno presenti due mostre fotografiche, Afghanistan, a cura del giornalista Giuliano Battiston e Wars, a cura dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti

L’apertura è prevista per domani, giorno 15 settembre, alle ore 18 ed è affidata ai saluti istituzionali portati dal sindaco della città di Cosenza Franz Caruso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook