Giovedì, 09 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cassano, armi ritrovate a Sibari: due coniugi in manette
L'INCHIESTA

Cassano, armi ritrovate a Sibari: due coniugi in manette

di
Il gip ha confermato la misura cautelare in carcere per la donna. L’uomo s’è costituito dopo l’arresto della moglie

Arsenale ritrovato a Sibari: confermato l’arresto della moglie ma a finire in manette è anche il coniuge. Salgono a due gli arresti per le pistole e il relativo munizionamento trovato in contrada Corsi la scorsa settimana. I fatti risalgono a giovedì scorso: i Carabinieri della Compagnia di Cassano, unitamente ai colleghi dello squadrone eliportato “Cacciatori” di Calabria e del Nucleo Cinofili Carabinieri di Vibo Valentia, avevano arrestato una donna, trentottenne originaria di Corigliano ma residente a Sibari, di cui sono ignote le generalità complete e di cui si conoscono soltanto le iniziali G.A., in quanto ritenuta gravemente indiziata del reato di detenzione di armi clandestine e di detenzione abusiva di munizioni. Durante una serie di perquisizioni effettuate in contrada Corsi a Sibari, infatti, i militari dell’arma – diretti dal Capitano Michele Ornelli – hanno rinvenuto, all’interno di un locale adibito a deposito di attrezzi agricoli, le cui chiavi erano nella disponibilità della donna, un vero e proprio arsenale: ben cinque pistole di vario calibro, alcune delle quali con matricola abrasa, quasi trecento munizioni per pistola, otto caricatori, giubbetti antiproiettile e svariati pezzi di ricambio per armi, tra le quali ben sei molle di caricamento.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di domani di Gazzetta del Sud

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook