Mercoledì, 23 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
SVUOTATO L'UFFICIO DELLA MUNICIPALE

Amantea, Comune in paralisi per pensionamenti e migrazioni del personale

di
comune di amantea, paralisi, pensionamenti migrazioni, ernesto caruso, Cosenza, Calabria, Politica
Comune di Amantea

Una situazione al collasso che, come in parte evidenziato già nei mesi scorsi, a causa dei pensionamenti dovuti all’avanzare dell’anzianità di servizio, mostrerà i propri effetti in maniera ancora più critica negli anni a venire.

La pianta organica del Comune di Amantea si riduce sempre di più. Molti dipendenti hanno maturato il diritto a rimanere a casa e godersi il meritato riposo, ma ciò produce un’emorragia di personale che non può essere sostituito a causa della pessima situazione finanziaria in cui versa l’ente. In questo scenario vanno annoverati anche coloro che hanno accumulato le ferie non godute e che se decidessero di non occupare la propria scrivania condurrebbero l’apparato comunale alla paralisi.

È un problema, ed è bene sottolinearlo, che si manifesta a tutti i livelli operativi dell’ente locale: dai dirigenti agli operai, passando ovviamente per gli impiegati dei diversi settori.

E così dopo il passaggio dell’ex comandante della Polizia Municipale, Emilio Caruso, alla guida dei tributi, altri vigili urbani sono stati dirottati ad a nuovi incarichi. Giacomo Bazzarelli ed Ersilia Morelli si occuperanno, da adesso in avanti, dell’ufficio dedicato alle attività commerciali e produttive, abbandonando il fischietto e, soprattutto, il blocco delle multe e dei verbali.

Se da un lato in questo modo si garantisce la sopravvivenza delle funzioni municipali, dall’altro si svuota il Comando di Polizia Locale: presidio di legalità imprescindibile per una comunità ampia e diversificata come quella nepetina che necessita di un controllo e di un monitoraggio costante.

La politica, certamente, ha le sue colpe. In passato, quando era possibile programmare con maggiore risorse spese ed investimenti si è preferito coprire i debiti, piuttosto che preservare i livelli occupazionali della cosa pubblica. Adesso è necessario fare riferimento ai programmi di avviamento al lavoro, come il Servizio civile o gli stage, per fare fronte alle esigenze di una popolazione che sfiora i 15 mila abitanti.

Difficile intravedere una soluzione alternativa. Il Comune di Amantea, da questo punto di vista, è in affanno: le turnazioni degli sportelli ne sono la testimonianza più tangibile. Una soluzione percorribile potrebbe essere rappresentata dal potenziamento dei servizi online. Gli esempi virtuosi, da questo punto di vista, non mancano, ma sarebbe necessario un piano per alfabetizzare sul fronte tecnologico sia i dipendenti, sia l’utenza.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook