Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Cosenza, associazione “De Maria”: accoglienza, cure e solidarietà... non sono bastate
STORIA TRISTE

Cosenza, associazione “De Maria”: accoglienza, cure e solidarietà... non sono bastate

di
Sandy Mallqui Asto, giovane peruviana giunta in Italia per un Erasmus con una valigia piena di sogni, frantumati da una leucemia che non le ha lasciato scampo

«Avevamo messo su una bella squadra. Solidarietà, accoglienza, cure. C’erano tutte le premesse per vincere la partita. Eppure, nonostante l’impegno di tanti, ne siamo usciti sconfitti». L’amarezza nasconde il dolore nelle parole di Franco De Maria che assieme alla moglie Ornella De Paola sono anima e cervello ma anche braccia e molto altro dell’associazione che porta il nome del figlio Gianmarco volato in cielo troppo presto. Come Sandy Mallqui Asto, giovane peruviana giunta in Italia per un Erasmus con una valigia piena di sogni, frantumati da una leucemia che non le ha lasciato scampo. Nonostante la sua caparbia voglia di vivere. È spirata nei giorni scorsi, a Reggio, dov’era ricoverata per un trapianto che doveva riaccendere la speranza.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook