Giovedì, 22 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE B

Cosenza, Tutino in gran forma: "Sono qui per crescere ancora"

Cosenza, Calabria, Sport
Tutino

Per fare strada in questo mondo che corre sempre più veloce bisogna avere la testa ben salda sulle spalle. Proprio quello che è mancato a Gennaro Tutino nei primi anni di carriera, almeno stando a quello che candidamente l’attaccante partenopeo afferma, senza timore di essere smentito. "E' vero, devo ancora crescere. Per fare il calciatore professionista servono tanto impegno e dedizione e la forza di non mollare mai di fronte alle difficoltà. E non fosse stato per Cosenza, forse adesso avrei già cambiato mestiere".

Fortuna sua, e del popolo rossoblù, se alla fine Gennaro abbia deciso di recedere dall’intento di cambiare vita. A suon di gol, quelli che hanno spedito i Lupi in Serie B dopo 15 anni di delusioni e bocconi amari, quelli con i quali ha steso il Foggia sabato corso regalando a Piero Braglia la prima vittoria stagionale. "Ci tenevamo moltissimo a sbloccarci, sapevamo che sin qui avevamo fatto bene ma non avevamo raccolto, specialmente nelle gare casalinghe. La B è un campionato durissimo e se non sfrutti le situazioni a tuo vantaggio poi diventa complicato venirne a capo. Dovevamo vincere, ci siamo riusciti e questa è l’unica cosa che conta veramente".

Dopo tanto peregrinare in lungo e in largo per l’Italia e la Serie C con le maglie di Vicenza, Gubbio, Avellino, Bari e Carrarese, ora Gennaro sa che solo al "San Vito-Marulla" può trovare la felicità. La sua e quella di una tifoseria che lo ha eletto a beniamino assoluto: "Loro meritano solo grandi soddisfazioni. Sentiamo di avere accanto una tifoseria speciale e questo ci spinge a fare ancora di più ad ogni partita".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook