Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Un moderno ponte pedonale unirà Villapiana Lido e Villapiana Scalo

Il territorio di Villapiana si appresta a vivere una vera e propria rivoluzione, che ridisegnerà la viabilità pedonale: Villapiana Scalo e Villapiana Lido saranno finalmente collegate da un ponte che garantirà un  passaggio pedonale e ciclabile sicuro e efficiente.

Il Torrente Satanasso verrà attraversato da un ponte a tre campate, del tipo ad arco, che sarà realizzato con struttura in ferro zincato. Il piano viario avrà una larghezza di 4.10 metri e ospiterà una zona pedonale della larghezza pari ad 1.50 metri e una zona ciclabile, a doppio senso di marcia, della larghezza pari ad 2.50 metri.

Il ponte sarà pavimentato in PVC pesante, per minimizzare i carichi, con colorazione per zona pedonale diversa da quella ciclabile. L’importo del finanziamento previsto per i lavori, recentemente messi a bando, ammonta a 650.000 euro, provenienti da fondi comunali.

"L’opera che nei prossimi mesi andrà a rivoluzionare la viabilità della nostra Villapiana - ha dichiarato il sindaco Paolo Montalti - non ha una valenza solo materiale ed urbanistica, non si limita a creare, finalmente, un collegamento pedonale che unisce due zone di Villapiana, allungando di fatto il corso cittadino, favorendo concretamente lo sviluppo del commercio e del turismo. Di fatto questa importante opera chiude un capitolo della storia di Villapiana e dà il via ad una nuova narrazione. Chiude quel capitolo che vedeva l’impossibilità da parte dei cittadini di raggiungere, a piedi, in sicurezza l’una o l’altra parte del paese, di percorrere in bici il tragitto da un capo all’altro il centro urbano senza doversi preoccupare del traffico automobilistico, di vivere, dunque, il vero potenziale del territorio. Finisce un’epoca in cui ciò che per sua natura deve essere unito, cioè il tessuto sociale di una cittadina che passa attraverso i suoi collegamenti primari, era diviso, separato, frammentato. La costruzione del Ponte sul Torrente Satanasso è un’opera che ha richiesto molto impegno da parte di tutta l’amministrazione comunale, da parte degli uffici e dei tecnici, in quanto la sua struttura imponente e la sua posizione a cavallo del torrente, insieme a tanti altri elementi che la realizzazione di un’opera di tale importanza contempla, ha reso necessario percorre un iter burocratico lungo, complesso e  articolato. Ma la certezza che fosse giunto, non più procrastinabile, il tempo in cui ogni barriera ed ogni limite allo sviluppo del territorio di Villapiana dovesse cadere inesorabilmente di fronte alla volontà di crescere, ci ha spinto a non mollare, riuscendo a conseguire questo obiettivo che ci rende fieri ed orgogliosi. Viva Villapiana, sempre più unita”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook