Mercoledì, 21 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca A Cosenza si coltiva... la “non violenza”: piantato un albero di ulivo in piazza 15 Marzo

A Cosenza si coltiva... la “non violenza”: piantato un albero di ulivo in piazza 15 Marzo

Guerriglieri... verdi all’attacco a Cosenza, per coltivare la non violenza. Un attacco pacifico e ambientalista pensato e voluto proprio a ridosso dell’8 marzo, «per un tempo nuovo che celebri e onori le donne e la nostra Madre Terra».

Il Coordinamento Cosenza Obr 2021 (One Billion Rising) - formato dall’associazione Mammachemamme, dal Centro antiviolenza Roberta Lanzino, dall’associazione WWW What woman want e dal Centro Woman’s studies dell’Università della Calabria - chiamano alla “Guerrilla Gardening”; il consigliere di Parità Rossella Barberio e la Provincia di Cosenza rispondono. Si tratta di un’iniziativa simbolica; un’azione nonviolenta diretta, volta ad affermare una cultura della parità, della solidarietà e del rispetto. Nel pomeriggio di ieri, 4 marzo 2021, il consigliere provinciale di Parità e la Provincia di Cosenza hanno aderito all’iniziativa piantando un albero di ulivo nel cortile del Palazzo del Governo, in piazza XV Marzo. Un piccolo giardino per seminare e coltivare la speranza di una società inclusiva, firmato con la targa “Obr 2021 Coltiviamo la non violenza”. Una scelta non casuale, quella dell’ulivo: un albero antico, forte e generoso, simbolo di pace e della vita e “il più importante fra tutti gli alberi" - come scriveva nel I secolo dopo Cristo Lucio Giunio Columella, nel suo "De re rustica", il più completo trattato di agricoltura dell'antichità.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook