Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Paola, con l'apertura della Porta Santa via al Giubileo per l'elevazione a Basilica

Paola, con l'apertura della Porta Santa via al Giubileo per l'elevazione a Basilica

di

Con l'apertura della porta santa si è dato il via oggi pomeriggio al nuovo giubileo. Il centenario dell'elevazione dell'antica chiesa a Basilica minore è una ricorrenza importante.
«Un evento come ha spiegato il provinciale dell’Ordine, padre Francesco Maria Trebisonda – che riguarda direttamente la comunità del Santuario, tuttavia è invitata a gioire tutta la nostra famiglia religiosa dal momento che la Basilica di Paola è la madre di tutte le chiede dell’Ordine sparse per il mondo. Qui da oltre sei secoli si custodisce gelosamente la memoria storica del fondatore, intrisa di testimonianze antiche e di appassionata religiosità popolare. La ricorrenza di un nuove Centenario va a coronare degnamente il glorioso passato do questi luoghi e ci proietta anche sul futuro che ci auguriamo possa essere radioso e ricco di buoni frutti per il bene delle anime a noi affidate». Padre Trebisonda ha poi ricordato i maggiori eventi che dal 2006 ad oggi si sono succeduti.
L’anno santo attuale rimane una grande occasione in cui non solo lucrare l’indulgenza plenaria ma anche di «acquisire maggiore consapevolezza di essere parte viva e bella di una comunità non solo fatta di mattoni ma soprattutto di cuori che all’unisono battono per il Signore e per San Francesco, nostro particolare protettore».
Accanto all'antica basilica la suggestiva cerimonia dell'apertura della porta è stata curata dal padre generale dei Minimi con accanto il provinciale Trebisonda. A seguire la cerimonia religiosa nella nuova Basilica. All'iniziativa era presente il vicesindaco di Paola, Marianna Saragò, il presidente del Consiglio Comunale, Barbara Sciammarella, nonché i rappresentanti delle forze dell’ordine cittadine. Saragò in particolare ha ricordato come «il messaggio del Santo è oggi quanto mai attuale. È per noi una grande eredità». Ha poi ringraziato i padri Minimi per la vicinanza sempre avuta alla città.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook