Mercoledì, 23 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Assessori e consiglieri: ecco chi si ricandida a Cosenza

Assessori e consiglieri: ecco chi si ricandida a Cosenza

di

È ancora tutto in divenire ma il tempo incomincia a stringere e bisogna affrettarsi sulle decisioni da assumere. Al netto delle determinazioni dei partiti e delle coalizioni, intenti a capire chi saranno i pretendenti alla presidenza della Regione, i singoli rappresentanti delle istituzioni locali meditano se scendere di nuovo in campo alle amministrative di ottobre o ritenere conclusa l’esperienza maturata all’ombra del palazzo municipale. Le elezioni cosentine per il rinnovo del civico consesso hanno assunto una importanza strategica, attirando l’attenzione anche delle forze politiche nazionali in quanto il Comune bruzio è tra i pochi del centro Sud di dimensioni più o meno grandi a scegliere il sindaco e selezionare i delegati nell’assemblea cittadina.

I candidati autonomi

Le urne che si apriranno nel prossimo autunno in riva al Crati, pertanto, rappresentano un banco di prova importante rispetto all’acquisizione del consenso, come pure la conquista della Cittadella, dove vanno ormai definendosi gli schieramenti. A Palazzo dei Bruzi consiglieri e assessori uscenti attendono solo che il quadro delle alleanze diventi più chiaro, per poi sciogliere le riserve su un loro impegno diretto circa il voto. Qualche indiscrezione, comunque, inizia a circolare ma per l’ufficialità occorre attendere ancora un po’, anche perché tutto tace sugli aspiranti alla carica di inquilino del Comune, nonostante l’esperienza personale messa a servizio del capoluogo da parte, per esempio, del socialista Franz Caruso, dell’ex assessore regionale, Giacomo Mancini, dell’ex Udc, Franco Pichierri e dell’attuale componente della squadra di Mario Occhiuto, Francesco De Cicco, uscito allo scoperto già da diversi mesi sulla volontà di spendersi per contribuire allo sviluppo della città.

Assessori indecisi

A proposito dell’esecutivo Occhiuto (l’inquilino del Municipio non potrà più essere della partita in quanto in scadenza del secondo mandato) tra i nove titolari di delega non esiste ancora certezza di ripresentarsi ai nastri di partenza. O meglio: Michelangelo Spataro appare tra i pochi sicuri a meditare uno scranno nel civico consesso, mentre Francesco Caruso e Loredana Pastore figurano, secondo i soliti bene informati, nell’elenco di coloro i quali punterebbero alla fascia tricolore, in continuità con il progetto tracciato dall’uscente Occhiuto. Detto di De Cicco, intorno alla cui figura si è formato un movimento di simpatizzanti, sembra scontata la ricandidatura di Alessandra De Rosa, da sempre impegnata nel settore del welfare. Dopo due mandati al fianco del sindaco Occhiuto, l’assessore Rosaria Succurro resterà ai margini della campagna elettorale, non fosse altro perché nel frattempo ha assunto le redini del Comune di San Giovanni in Fiore. La griglia degli indecisi, invece, è composta da Carmine Vizza, Lino Di Nardo e Matilde Spadafora Lanzino.

Chi guarda alla Regione

Per quanto riguarda i consiglieri non mancano i rumors. Sul fronte della maggioranza Pierluigi Caputo, presidente dell’assise municipale e consigliere alla Regione, mira sicuramente alla Cittadella, come pure, si mormora tra i corridoi di Palazzo dei Bruzi, Andrea Falbo e, forse, Piercarlo Chiappetta. Tentati dalle medesime sirene sembrerebbero, tra i banchi dell’opposizione, Marco Ambrogio e Damiano Covelli del Pd. In casa democrat anche Carlo Guccione nutre la speranza di una riconferma alla Regione, mentre Bianca Rende, poi transitata in Italia Viva e dalle cui file si è successivamente dimessa, non disdegnerebbe l’idea di ritentare la scalata al Municipio, probabilmente agganciandosi a un movimento civico. Sempre tra i banchi della minoranza, da capire le intenzioni di Francesca Malizia, Francesca Cassano, Alessandra Mauro, Anna Fabiano e Maria Luisa Arsì, entrata nel civico consesso al posto di Luca Morrone transitato alla Regione. Nella maggioranza, invece, sono nella fase della riflessione il coordinatore cittadino di Forza Italia, Carmelo Salerno, Davide Bruno, vicino alle posizioni della Lega, e Sergio Del Giudice.

Gli altri consiglieri

Intenzionati a riprovarsi, infine, Gaetano Cairo, Vincenzo Granata (diventato di recente referente della Lega per la campagna elettorale), Fabio Falcone, Giovanni Cipparrone, che si candidò nelle liste di Paolini alle scorse amministrative, Enrico Morcavallo della Grande Cosenza, Francesco Spadafora del gruppo misto (tra i più votati alle comunali del 2016), Francesco Cito, Pasquale Sconosciuto, Massimiliano Battaglia, subentrato alla De Rosa in Consiglio, Antonio Ruffolo, Luca Gervasi, il gruppo dei Fratelli d’Italia-Cosenza positiva costituito da Giuseppe d’Ippolito, Annalisa Apicella e Maria Teresa De Marco, e l’altro gruppo collegato al sindaco formato da Gisberto Spadafora e Anna Rugiero, del quale fanno parte i già citati Pierluigi Caputo e Andrea Falbo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook