Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Consiglio comunale, a Paola la maggioranza è... bipartisan

Consiglio comunale, a Paola la maggioranza è... bipartisan

di

Giovanni Politano sale sul gradino più alto del Comune grazie a quasi metà della maggioranza uscente che è transitata nelle sue liste. Per Politano si tratta di una vera e propria impresa. Partiva con i favori del pronostico avversi. Così come erano dati perdenti tutti coloro che erano stati additati di aver tradito la fiducia di Roberto Perrotta. Consiglieri e assessori che oggi tornano a sedersi in Consiglio Comunale (Sciammarella, Mirafiori e Samà) che non hanno nascosto il dissenso e dopo che dopo averlo covato per mesi si è tramutarsi in fuga. Nel caso di Serranò è maturato addirittura nel giro delle ultime 48 ore prima delle presentazione delle liste. In due giorni Serranò ha lasciato Perrotta per accasarsi da Politano.

Sul carro dei vincitori sale così Graziano Di Natale – consigliere comunale uscente che non si è comunque ricandidato – tra i principali fautori della disfatta di Perrotta che è passato con Politano portando in dote la sua lista. Torna nel civico consesso anche Barbara Sciammarella presidente del consiglio comunale per circa quattro anni e mezzo, e quindi Maria Pia Serranò che della massima assise è stato presidente negli ultimi sette mesi. Serranò è stata inoltre con i suoi 407 voti il consigliere comunale più votato (consigliere anziano). Dalla lista “Insieme” entrano invece Stefania Mirafiori e Alessio Samà entrambi tra i dissidenti che hanno lasciato al palo Perrotta.

La Migliore Calabria pesca anche altri due posti in consiglio: new entry alla loro prima in assoluto sono Marco Minervino e Francesca Sbano.
Della prima lista in termini di consensi Orizzonte Paola invece entrano in Consiglio Comunale Sandra Serpa, Mattia Marzullo e Marilena Focetola. Serpa era appoggiata dall’ex consigliere comunale Totonno Logatto, tra i più votati in assoluto per due mandati consecutivi, mentre Marzullo ha potuto contare sul voto proveniente in particolare dalla corrente giovane di Fratelli d’Italia. Infine Focetola pesca un posto in assise portando continuità a quella tradizione politica familiare (il padre Pierpaolo è stato consigliere comunale mentre il fratello Massimo assessore). Dalla lista Grande Paola fa il suo ingresso per la prima volta anche Francesco Vigilante.

Faranno parte dell’opposizione invece i candidati a sindaco Emira Ciodaro, Roberto Perrotta e Andrea Signorelli. E poi entrano quali consiglieri più votati Alfonso D’Arienzo, Marianna Saragò e Josè Grupillo.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook