Venerdì, 05 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca C'era anche una pistola nel furgone ritrovato al porto di Corigliano
GIALLO

C'era anche una pistola nel furgone ritrovato al porto di Corigliano

di
corigliano-rossano, furgone, porto, antonino sanfilippo, pietro longobucco, Cosenza, Calabria, Cronaca
Il ritrovamento del cadavere di Longobucco al porto

Il porto degli orrori. Le acque dell’invaso coriglianese restituiscono oltre ai cadaveri pure una serie di dubbi. Nel furgoncino in uso a Antonino Sanfilippo, 31 anni, scomparso da due settimane, c’era anche una pistola. Il mezzo, ripescato dai carabinieri nei bassi fondali portuali, custodiva l’oggetto forse più significativo ed inquietante legato alla tragica fine di Pietro Longobucco, 51 anni.

L’uomo, un tempo legato al vecchio clan fondato da Santo Carelli, è stato trovato con il volto sfigurato dalle pistolettate proprio all’interno della darsena. Si era subito pensato ad una tipica esecuzione mafiosa compiuta nell’ambito dei regolamenti di conti in corso tra vecchie e nuove leve della ’ndrangheta. La circostanza aveva spinto la procura di Castrovillari, diretta da Eugenio Facciolla, a trasferire gli atti d’inchiesta alla Dda.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Cosenza in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook