Sabato, 27 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca I tentacoli della massoneria nell'alto Tirreno Cosentino. Arcuri membro della Gran Loggia d'Italia
GARE PILOTATE

I tentacoli della massoneria nell'alto Tirreno Cosentino. Arcuri membro della Gran Loggia d'Italia

di
L'architetto di Diamante, indagato per violazione della legge Anselmi, respinge le accuse
alto tirreno cosentino, appalti pubblici, massoneria, Francesco Arcuri, Cosenza, Cronaca

Gran Loggia d'Italia, Obbedienza di Piazza del Gesù: è questa l'associazione massonica a cui risulta iscritto l'architetto Francesco Arcuri, 57 anni, di Diamante, indagato dalla procura di Paola per violazione della Legge Anselmi che vieta la costituzione di associazioni segrete. Il professionista, difeso dall'avvocato Francesco Liserre, sarà interrogato dai carabinieri della compagnia di Scalea, su delega del procuratore Bruni e dei Pm Cerchiara e Lepre, lunedì prossimo.

La ipotizzata associazione segreta avrebbe interferito sulla gare bandite da vari comuni dell'Alto Tirreno cosentino. Arcuri, che ha consegnato agli investigatori la scheda di regolare adesione alla massoneria, è pure indagato nella veste di componente di un'associazione per delinquere che s'interessava di appalti pubblici attraverso un ipotizzato " cartello" di professionisti, in particolare ingegneri e architetti, capace di pilotare le gare. Arcuri respinge le accuse e vedremo come si difenderà nel corso dell'interrogatorio.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook