Venerdì, 23 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Coronavirus, l'epidemia galoppa nel Cosentino: impennata di casi negli ultimi giorni
L'EMERGENZA

Coronavirus, l'epidemia galoppa nel Cosentino: impennata di casi negli ultimi giorni

di

Il virus ha prosciugato in poche ore il pozzo già arido delle certezze di tanta gente stremata da settimane di sacrifici. Lo ha fatto entrando nei piccoli borghi, quelli con le piazze deserte, le luci spente e i bar chiusi. Ha portato la paura dentro quei paesi che avevano resistito, con i cittadini chiusi nelle case per costruire solidi argini dentro i recinti urbani. Sembrava una partita vinta con l'angoscia definitivamente spazzata e il morbo distrutto. Un discorso chiuso, insomma. Sembravano già pronti a ripartire, pronti a riaprire i negozi, pronti a ripensare alle vacanze. E, invece, dalla casa di cura-focolaio il patogeno è evaso misteriosamente. E la sua rocambolesca fuga, adesso, rischia di trasformare il Cosentino in un unico grande cluster infettivo.

I numeri dell'Asp accendono i riflettori sull'impennata di questi ultimi giorni con casi concentrati non solo nell'epicentro dell'epidemia ma anche nei luoghi più vicini. Il bollettino rischiara il guizzo dei positivi riscontrati dalle indagini coordinate dal direttore del Dipartimento di prevenzione, Mario Marino. Il censimento dei nuovi casi riprenderà dalle prossime ore con l'obiettivo di tracciare tutti i contatti delle fonti già accertate (degenti e operatori della casa di cura), tra familiari, parenti e affini. Una strategia sanitaria che mostra, tuttavia, zone d'ombra. È la tempestività degli interventi a rappresentare il fianco scoperto di un protocollo che ha come obiettivo l'isolamento dei casi noti per contrastare la diffusione del microrganismo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook